Ormoni femminili nel bodybuilding per uomini

Leggi l’articolo e scopri perché gli atleti usano ormoni femminili. In che modo influenzano il risultato in un insieme di massa e aumentano la forza.

Gli estrogeni sono prodotti non solo nel corpo delle donne, ma anche in un certo volume nel maschio. Ad esempio, nel corpo degli uomini, la produzione di “ormoni maschili” supera di gran lunga la quantità di produzione di questi ormoni nel corpo delle donne. In natura, tutto è in armonia e il rapporto tra gli ormoni corrispondenti nel corpo umano, a seconda del sesso.

Si ritiene che l’elevato contenuto di testosterone, l’ormone nel maschio-atleta è il presupposto principale per la crescita del tessuto muscolare, e il corpo femminile non è tipica e non può essere. Tuttavia, come dimostra la pratica, e molti studi le donne durante l’esecuzione di esercizi di forza hanno aumentato la possibilità di costruire il muscolo a immagine di uomini, nonostante il fatto che il contenuto di testosterone nel loro corpo è molto piccolo. Da ciò si può concludere che gli ormoni anabolici prodotti durante l’allenamento non hanno molta influenza sulla crescita e sullo sviluppo dei muscoli.

Per quale scopo gli uomini sviluppano estrogeni?

La questione degli “ormoni femminili” negli uomini non è completamente compresa, tuttavia, esiste una teoria secondo cui il loro sviluppo influisce sulla fertilità di un uomo perché partecipa attivamente alla formazione dello sperma. In caso di diminuzione del numero di “ormoni femminili” nel corpo di un atleta maschio, molti atleti osservano una diminuzione del desiderio sessuale. Gli estrogeni nel corpo femminile influenzano la struttura del tessuto osseo e la loro mancanza contribuisce al verificarsi di problemi con il sistema muscolo-scheletrico. C’è una teoria secondo cui “gli ormoni femminili” negli ormoni femminiliuomini hanno la stessa funzione. In un corpo maschile, una quantità ridotta di testosterone può anche causare malattie ossee.

Gli esperti non consigliano agli uomini di assumere farmaci che abbassano il livello di estrogeni per un lungo periodo, in questo caso aumenta la probabilità di insorgenza di malattie del sistema cardiovascolare. Altrettanto importante è la partecipazione degli estrogeni all’ossosintesi e il rilascio di ossido nitrico dal corpo. Questi ormoni aiutano a mantenere l’elasticità delle pareti del vaso normale, che è la prevenzione dell’aterosclerosi e l’aumento della pressione sanguigna. Gli estrogeni sono potenti antiossidanti che influenzano positivamente il profilo grasso dell’atleta. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato il fatto che un livello elevato di estrogeni può portare a morte improvvisa a causa di arresto cardiaco, indipendentemente dal sesso della persona.

L’estrogeno per un bodybuilder è un vero nemico. È in grado non solo di trattenere l’acqua nel corpo, ma crea anche un tipo di film che peggiora significativamente l’espressività della muscolatura dell’atleta. Quegli atleti che fanno uso di steroidi agli estrogeni, sono spesso di fronte alle manifestazioni di ginecomastia (ingrandimento del seno negli uomini). Per prevenire la ginecomastia, gli atleti usano spesso farmaci che inibiscono l’attività degli estrogeni, bloccando i recettori. Sono anche usati inibitori dell’aromatasi che inibiscono gli enzimi che riorganizzano gli androgeni negli estrogeni. Molti atleti hanno tanta paura degli estrogeni che usano sempre tali farmaci, senza temere le loro conseguenze.

Un piccolo numero di atleti è consapevole dei reali benefici degli estrogeni per aumentare la massa muscolare e l’allenamento. Inoltre, gli estrogeni hanno un effetto anti-infiammatorio. Sono di grande importanza per la crescita e l’aumento del volume muscolare.

Recettori delle cellule dei recettori degli estrogeni e loro tipi

  • ER-A (estrogeno-recettore-A) si trova nei genitali, fegato, sistema cardiovascolare, reni e altri.
  • ER-B (estrogeno recettore-B) si trova nelle pareti dei vasi sanguigni e degli organi del tubo digerente.

Un paio di questi recettori sono contenuti nei muscoli dello scheletro in entrambi i sessi, tuttavia, hanno effetti diversi.

Gli esperimenti sono stati effettuati su ratti. Il primo gruppo di animali sperimentali ha precedentemente rimosso le ovaie per evitare la produzione di estrogeni. Il secondo gruppo di ratti è stato diviso in due sottogruppi a quello rimosso ormoni femminili estrogeno-recettore-A, mentre il secondo – estrogeno-recettore-B.

Tutti gli animali sono stati iniettati con una tossina che ha attaccato i loro muscoli. Alcuni animali del primo gruppo sono stati assegnati casualmente alla genisteina e ad altre sostanze sintetiche, interagendo selettivamente con i recettori degli estrogeni di diverso tipo. Altri hanno continuato a iniettare la tossina. Come risultato di esperimenti, i ratti ha ricevuto sostanze che stimolano la produzione di estrogeni e genistein, ha trovato meno danno muscolare e significativa riduzione delle sostanze chimiche che causano l’infiammazione e lesioni.

A causa dei processi catabolici nel tessuto muscolare, che progrediscono nel tempo, si verificano processi infiammatori, incluso il TNF (fattore di necrosi tumorale-alfa). Si ritiene che il TNF possa essere il principale responsabile delle manifestazioni di sarcopenia (perdita di età del volume muscolare). Il trattamento viene effettuato con l’introduzione di “ormone femminile” e sostanze che interagiscono con i ormoni femminili nel bodybuildingrecettori per gli estrogeni-B. L’attivazione separata del recettore degli estrogeni-B favorisce la crescita della crescita muscolare.

Gli esperimenti sono stati eseguiti anche separatamente nei ratti maschi. Di conseguenza, nei ratti maschi è stato osservato un aumento della crescita del tessuto muscolare con lo sviluppo di un aumento del contenuto di IGF-1 (il principale ormone anabolico), che viene prodotto anche negli atleti durante l’allenamento della forza. Sulla base dei risultati degli studi, gli scienziati hanno concluso che l’estrogeno per il testosterone è un vero complemento e come risultato della loro interazione, la crescita muscolare viene stimolata.

Da tutto quanto sopra, la ricerca sugli animali porta alle conclusioni appropriate. effetto simultaneo di aumentare antiinfiammatoria e processi, stimolando la crescita di tessuto muscolare, così come una maggiore velocità riabilitazione dopo la lesione, risultante da un carico pesante, è ottenuta attraverso l’uso selettivo dei recettori estrogeno-B. Inoltre, l’attivazione dei ormoni femminili recettori degli estrogeni-B aumenta l’efficienza e testosterone stimola l’attivazione delle cellule “satellite”.

Vale la pena notare che, sebbene i risultati degli studi si basino sugli indicatori degli animali, non possono essere applicabili al 100% al corpo umano. Pur tenendo conto del fatto che tutti i processi svolti negli studi che stanno svolgendo, sono applicabili ai muscoli umani. L’estrogeno ha una serie di effetti e funzioni positive, ad esempio la rigenerazione del tessuto muscolare, tuttavia, vengono messi in discussione a causa della diminuzione problematica della quantità di estrogeni nel corpo di un sesso più forte.

La migliore opzione per il controllo del livello di estrogeni e dei suoi cambiamenti può essere considerata una diminuzione dei tessuti grassi. La maggiore quantità di tessuto adiposo stimola l’aumentata attività dell’aromatasi (un enzima che trasforma gli androgeni in estrogeni). Un’altra opzione per controllare il livello dell ‘”ormone femminile” consiste nell’adattare la dieta e nell’aggiungere verdure crucifere alla dieta, principalmente questi sono diversi tipi di cavoli (Bruxelles, colore, Savoia e altri).

L’introduzione di tali alimenti nella dieta aiuta a trasformare la pericolosa forma dell ‘”ormone femminile” in una cassaforte e allo stesso tempo preserva l’effetto positivo dell’ormone sulla salute, la crescita e lo sviluppo del tessuto muscolare. Il consumo di soia in ormoni femminili grandi quantità peggiora l’azione del testosterone e promuove la comparsa di un effetto estrogenico per il corpo maschile, un consumo moderato di questo prodotto non causa alcun danno. Al contrario, la soia contiene isoflavone genisteina, che è un attivatore del recettore B degli estrogeni, che promuove la crescita e la rigenerazione dei muscoli dell’atleta. Il volume ottimale di proteine ​​di soia è di 25 grammi al giorno.

Di conseguenza, gli atleti che usano steroidi anabolizzanti aromatici non vogliono ridurre la quantità di “ormoni femminili” a un minimo critico. Il contenuto di estrogeni nei valori di riferimento sarà ottimale, a causa del fatto che una maggiore quantità di ormone può causare conseguenze indesiderate.